Una conchiglia... un segno

 
 

La conchiglia raffigurata in fotografia, è stata regalata da Conchiglia a Mons. (*)  il 10 luglio 2002. Una semplice e normale conchiglia raccolta sulla spiaggia di Nettuno - Roma,  ITALIA, che all'interno non presentava alcun segno particolare. Dopo qualche giorno, il Sacerdote notava una strana “macchia” nel cuore della conchiglia. Osservando con attenzione sembra delineata la figura di Maria Santissima che tiene in braccio Gesù Bambino . Ruotando la conchiglia di 90° in senso orario, sembra delineato il volto di un Indio a capo coperto, straordinariamente somigliante alla più nota immagine iconografica di San Juan Diego Cuauhtlatoatzin, al quale apparve Maria Santissima con il titolo di Nostra Signora di Guadalupe, sul Colle del Tepeyac a Città del Messico nel dicembre 1531.
Questa conchiglia è ora conservata in un'apposita teca, che la protegge dalle intemperie, ai piedi della Croce d'Amore di Dozulé che si trova a Nettuno, eretta dal Sacerdote
Mons. (*) nelle cui mani si è verificato questo semplice e significativo segno.

(*) Il Sacerdote ha chiesto di eliminare ogni riferimento personale.
 


   

Nell’ingrandimento:  sembra delineata la figura di Maria Santissima che tiene in braccio Gesù Bambino.


   

Ruotando la conchiglia di 90° in senso orario, sembra delineato il volto di un Indio a capo coperto,
straordinariamente somigliante alla più nota immagine iconografica di San Juan Diego
Cuauhtlatoatzin,
il primo Santo Messicano canonizzato da Papa Giovanni Paolo II il 31 luglio 2002
.


     

Il 24 ottobre 2001 nasce il Movimento d'Amore San Juan Diego, dedicato a Nostra Signora di Guadalupe,

fondato da Conchiglia
per Volere di Dio.

Vedi il Video :  Una conchiglia... un segno