Buon Compleanno Gesù.
Buon Natale.


Primo Comandamento:

Io Sono il Signore Dio tuo, non avrai altro Dio fuori di Me.

Nostro Signore Gesù Cristo, è il Figlio di Dio, Lui Stesso Dio
Seconda Persona della Santissima Trinità.
Gesù... è l’Unico Vero Maestro
l’Unico Vero Salvatore e Redentore dell’Umanità.

E POICHÉ GESÙ È DIO...
TUTTE LE ALTRE RELIGIONI SONO FALSE


Conchiglia
                     
         della Santissima Trinità







Gloria in Excelsis Deo...
Buon Natale ai figli di Dio

scarica il libro in PDF  

 

 
Ed eccoMi ancora a voi...
per parlarvi attraverso questa figlia Mia Conchiglia.
Lo so che hai sonno figlia
ma quando non chiedo altri sacrifici...
chiedo il tempo che dedichi al tuo sonno.
È ora che puoi sentirMi ancora meglio senza alcun rumore attorno...
e questo è un Dono Conchiglia.
Nel silenzio più totale a te Mi manifesto
e mentre tutti dormono Io e te lavoriamo per il mondo.
Tu dici...
« Ma io non sto facendo nulla o mio Gesù
oltre che prestarTi il mio sonno e la mia mano. »
Ed Io ti dico...
« Figlia vedi... anche un professore che insegna
offre il suo tempo e la sua mano.
Egli insegna ai suoi studenti cose e cose...
a volte anche difficili e faticose.
Egli sa che usa solo il suo tempo e la sua mano.
Ma se lui con la sua mano... non facesse esempi alla lavagna
gli studenti comprenderebbero con più difficoltà. »
Ecco... Io uso il tuo tempo e la tua mano.
Sono Io il Professore Eccelso...
e questo foglio è la lavagna dove traccio segni e segni
affinché ogni figlio che Mi segue comprenda ciò che spiego.
È vero tu sei nulla... ma Mi servi fedelmente
e chi serve Me serve il Re e fa la Mia Divina Volontà.
È Amore che elargisco nelle Mie Sante Lezioni.
Ogni giorno vi preparo e vi faccio ancora esempi con parabole.
Vedete come siete piccoli?
Come duemila anni fa devo comportarMi ancora oggi
poiché le Mie parabole vi piacciono molto
e in esse voi riconoscete che Sono sempre Io che parlo.
Sono sempre il vostro Buon Maestro...
che con pazienza insegna dal più piccolo al più grande.
E in questo istante... mentre voi leggete
voi non ve ne rendete conto ma il Padre Mio...
Mi vede al centro di voi tutti
e voi siete tutti attorno a Me per ascoltarMi.
Ve ne state tutti seri seri in attesa delle Mie Parole
e le gustate in fretta prima... poiché arsi dalla sete
e poi le rileggete e rileggete...
poiché esse fanno breccia dentro il cuore
e piano piano riescono a guarire anche molte ferite.
Testimoniate con coraggio figli Miei...
i risultati di questi Miei insegnamenti.
FateMi conoscere a chi ancora non Mi conosce.
Portate chi potete avanti al Buon Maestro.
Ho per tutti una Parola...
un Consiglio e una Consolazione.
Lasciatevi amare da Me come sempre vi ho amato.
E tu Conchiglia Mia... ora riposa.
Gesù a Conchiglia - 24 dicembre 2001 - 02.35
Prima vigilia del Santo Natale del Terzo Millennio


 

È vero Mia Conchiglia... puoi dormire
ma se Mi ascolti ancora un po’ sono contento.
Poiché desidero che dopo un anno...
voi ringraziate Mia Madre la Vergine Maria
per avervi ottenuto col Suo Amore ancora un po’ di Tempo.
Lei è Madre e come Madre sempre amerà e proteggerà i Suoi figli.
In questa vigilia di Natale
desidero farvi immaginare la scena che si è svolta Qui nel Cielo
quando ancora tutto era da fare.
Tutto era disposto e predisposto dal Padre dall’Inizio dei Tempi.
Mistero.
E oggi desidero ancora parlarvi
della cosa più importante che ho chiesto a voi Miei figli.
Sto parlando a tutti.
Soprattutto a voi... Miei figli prediletti Sacerdoti.
Immaginate nell’immensità del Tempo e dello Spazio... il Padre...
al centro di tutto.
Egli col Suo Sguardo è volto verso il basso... e lì... è Maria.
Bellissima... è quella Creatura.
Speciale... è quella Creatura.
Creata per l’Evento più importante e più sublime.
Senza di Lei... e del Suo Sì d’Amore
non avrebbe potuto avere luogo la Redenzione del Mondo.
Ora immaginate accanto a Lei il Figlio...
il Figlio che Sono Io...
e all’altro lato lo Spirito Santo.
D’altronde... sia Io che lo Spirito Santo... l’abbiamo usata.
L’Uno... per fecondarLa Divinamente e nel Mistero
ed Io... per prendere del Suo Sangue e della Sua Carne.
Io Sono Carne della Sua Carne e Sangue del Suo sangue.
Lei... creata dal Padre
ha generato Me per Opera dello Spirito Santo.
Lo capite che Dio era in Lei...
e quindi Lei era in Dio?
Io e Lei Siamo stati nella Carne
e con lo Spirito Una cosa sola
amalgamati Assieme nel Padre...
poiché la Trinità anche se in Tre Persone ben distinte
è Un solo Dio.
E questo è stato da sempre e sempre sarà
senza alcun limite temporale.
E mentre Io venivo Concepito Divinamente dentro di Lei...
Lei in quel momento... era per Volere del Padre
e non poteva essere diversamente... nella Trinità...
poiché la Trinità... anche se in Tre Persone...
è Un solo Dio indivisibile nel Tempo e nello Spazio.
Ecco perché il Padre vuole che Maria... Mia Madre...
sia riconosciuta nel Segno della Croce.
È impossibile escludere la Madre dal Figlio
poiché come Dio... che Io Sono...
l’ho conglobata a Me nell’istante del Concepimento.
Quindi Io... il Padre e lo Spirito Santo
Siamo un Unico Dio in Tre Persone e cioè la Trinità
ma Maria è all’interno di Noi...
e quindi ecco la naturalezza del Segno della Croce
che con gli occhi del cuore e dell’amore...
si completa magnificamente in Dio
nel Nome del Padre
della Madre
del Figlio
e dello Spirito Santo.
Questo è il Segno della Croce della Nuova Era.
Nulla... senza Maria.
Tutto... attraverso Maria.
Tutto... grazie a Maria creata dal Padre.
Tutto... grazie al Suo « Sì » di Donna...
che per prima ha compiuto la Divina Volontà del Padre
e da Lui è stata premiata.
Che forse qualcuno di voi figli prediletti Sacerdoti
ha il coraggio di criticare o di contestare
Dio Mio Padre e vostro Padre?
Che forse gli studiosi che cercano invano...
sbagliando a volte le vie
si sentono superiori e si ergono a giudici
dell’Operato e del Volere del Padre?
Attenti figli.
Vi è stato detto nel Vangelo di non giudicare
e voi giudicate nientemeno che il Padre?
E solo perché non comprendete...
anzi non volete comprendere
l’importanza di Mia Madre la Vergine Maria
che ha avuto su tutta l’Umanità?
Corredentrice È Mia Madre.
Proclamatelo a voce alta affinché sentano tutti
e anche gli Angeli e i Santi...
poiché ancora lo ricordo a tutti voi
se ancora siete ben vivi su questa Terra
e ancora avete la possibilità di pentirvi e ritornare al Padre...
è grazie alla intercessione di Lei...
e del grande regalo di Natale che vi ha fatto nell’Anno Duemila.
L’Era Nuova è già iniziata.
Voi state vivendo nella sospensione del Tempo dell’Anno Duemila.
Grazie Conchiglia.
Vedi come era importante questo supplemento di ascolto?
Senza la tua volontà nella Mia Divina Volontà
non avrei potuto parlare di queste cose importanti al mondo.
Questo alito di vento che senti mentre ora scrivi...
Sono Io che respiro e sospiro accanto a te.
Ti amo Conchiglia.
Grazie Conchiglia.
Buon Natale Conchiglia.
Buon Natale a tutti voi.
Vi amo.
(*)  Maria È Divina - Il Mistero di Maria   www.bentornatomiosignore.net

Gesù a Conchiglia 24 dicembre 2001 - 03.45 
Prima vigilia del  Santo Natale del Terzo Millennio

Figlia...
la Fede non può essere una statistica di presenze nelle Chiese.
Troppe Chiese sono vuote tutti i giorni.
Ma guarda un po’... che poi si riempiono nel giorno di Natale.
L’apparenza può ingannare voi... ma non può ingannare Noi.
Siamo la Trinità Divina
che in questo Giorno Santo di Natale...
rinnoviamo con Amore il Nostro Appello accorato.
Tornate a Dio figli.
Inginocchiatevi con riverenza pregando con il cuore.
Intercedete voi per chi non lo fa e pregate Maria
affinché attraverso il Suo Cuore Immacolato...
le Grazie richieste arrivino al Padre ornate da Lei.
Conchiglia...
desideriamo augurare a tutti un Buon Natale
anche se non è questo...
il giorno esatto della Nascita di Gesù.
È comunque l’intenzione che conta
e che mettete nelle vostre preghiere.
Conchiglia...
è da ieri che senti un altro soave profumo mentre scrivi per Noi.
Anche questo è un Dono grandioso.
Desideriamo farti innamorare di Noi sempre di più.
Vedi Conchiglia...
nei Cieli sono tanti i profumi ed ognuno distingue l’altro.
Questo che ora senti è il profumo della Santa Trinità d’Amore
che paziente ti detta ogni Parola...
perché vada a toccare il cuore di chi legge o ascolta.
Conchiglia...
non temere l’offensiva che ti stanno preparando.
Tutto permettiamo per la Nostra maggiore Gloria.
Accetta tutto con amore Conchiglia...
e godi della Nostra Presenza
anche attraverso questo soave profumo che ti abbiamo donato.
La Santissima Trinità a Conchiglia - 25 dicembre 2001 - 12.30