Libro di Preghiere in Italiano e Latino - QUI Flip sfogliabile  

Per richieste del libro stampato:  movimentodamoresanjuandiego@conchiglia.net



 

Musica di sottofondo: Andrea Bocelli - Ave Maria di Franz Schubert




I TULIPANI

I tulipani sono originari della Turchia, nell’Asia centro-occidentale, presso la città di Efeso,
dove Maria Santissima, visse insieme a San Giovanni Evangelista
dopo la Morte e Risurrezione di Gesù.



 

Conchiglia
MOVIMENTO D'AMORE SAN JUAN DIEGO





Movimento Mondiale fondato da Conchiglia per Volere di Dio il 24 ottobre 2001
dedicato a Maria Santissima Nostra Signora di Guadalupe, La Perfetta,
La Donna vestita di Sole dell'Apocalisse - Messico.
Movimento a difesa della Chiesa Cattolica di Gesù Cristo.
In obbedienza solo nell’insegnamento di Gesù, Figlio di Dio
Lui Stesso Dio nel Santo Vangelo.

« Guadalupe », Cuatlaxupeh in lingua Náhuatl indigena Azteca, significa:
« Colei che schiaccia le testa al serpente ».
Riferimento a Maria Santissima Nostra Signora di Guadalupe,
vincitrice del maligno riportato in Genesi 3,15.
Apparizioni a San Juan Diego  09-12 dicembre 1531 - Città del Messico

Richieste di Preghiere da tutto il Mondo

rivolte a Maria Santissima, Nostra Signora di Guadalupe
attraverso il Gruppo di Preghiera Mondiale  I TULIPANI DI MARIA
al quale tutti possono aderire da ogni parte del Mondo,
rimanendo a casa propria.

Per unirsi in preghiera con « Conchiglia della Santissima Trinità »
tutti i giorni alle ore 15.00 e alle ore 22.00
recita del Santo Rosario, per tutte le richieste ricevute,
nella comunione dei figli di Dio.

tulipanidimaria@conchiglia.net

www.conchiglia.net

 


 


L'Ave Maria in aramaico, la lingua che parlava Gesù 


 


Richieste di Preghiere da tutto il Mondo



Invitiamo tutti ad unirsi in preghiera per...



leggi tutto muovendo il cursore sulla barra verticale...

Per Grazia Ricevuta



Ringraziare Maria Santissima, Nostra Signora di Guadalupe



leggi tutto muovendo il cursore sulla barra verticale...




 


Gesù a Conchiglia

Il Movimento d'Amore San Juan Diego è il « Grande Raduno dei Cuori » rivolti a Me che Sono Dio.


Figli Miei e Miei fratelli... sono il vostro Gesù d’Amore che tanto vi ama e mai Si arrenderà e per questo sempre verrà in vostro soccorso. Vi vedo smarriti... tentate un contegno ma vi vedo davvero smarriti. Tutti voi che Mi amate siete Chiesa ed Io Sono il vostro Regale Pastore. Sono Gesù... Sono Dio e vi sto chiamando per il Grande Raduno. Il Grande Raduno va fatto idealmente. È il vostro cuore che deve correre da Me e non le vostre gambe. Il Movimento d'Amore San Juan Diego non assomiglia in nulla ad altri movimenti. Non vi si chiedono spostamenti o riunioni... partecipazioni a varie incombenze ed altro poiché Io so bene quali sono i vostri impegni quotidiani e le vostre responsabilità private e sociali. Il Movimento d'Amore San Juan Diego è il « Grande Raduno dei Cuori » rivolti a Me che Sono Dio. Desidero che voi lo immaginiate come fosse il Raduno del Discorso della Montagna che tra l’altro non era montagna ma una grande spianata ed Io come allora tutti vi vedo e voi come allora... anche se non riuscite a vederMi Mi sentite bene attraverso queste Parole. Questi vostri tempi... sono i tempi maturi che permettono attraverso la tecnologia che avete raggiunto per Mio Volere di udirMi da ogni parte del Mondo attraverso le onde del cielo. Come potete constatare non è difficile essere membri del Movimento d'Amore San Juan Diego... ovunque voi siate. In questo Grande Raduno vi chiamo a gran Voce per istruirvi su tante cose ma soprattutto per ricordarvi che la Vera Sapienza è nell’Amore e nella Carità. Senza di questo siete dei contenitori per carta da macero. Perché carta da macero? Perché se avete raccolto queste Mie Parole attraverso stampe e libri e non avete in voi Amore e Carità potete fare di queste stampe e libri carta da macero. Ad ognuno di voi Mi rivolgo dicendo « Avete conquistato la fiducia di Dio? ». È importante questa domanda e sapete perché? Perché ancora vi vedo cadere nelle piccole difficoltà. Come farete ad affrontare le grandi difficoltà se cadete nelle piccole difficoltà? Conquistare la fiducia di Dio è importante poiché Dio desidera dalla Sua amata creatura amore... carità e collaborazione quotidiana poiché quotidianamente Lui vi dona Amore... Carità e Vita. Acquistare fiducia in voi da parte di Dio significa che Dio può contare su di voi sempre e no una volta ogni tanto. Voi siete Sue Creature e Miei figli e fratelli e non si può non amarsi l’un l’altro. Amare un fratello può significare dare la propria vita per lui se un giorno ne capitasse l’occasione. Io l’ho fatto per voi. Voi davvero lo fareste? O le vostre sono solo vane e inutili parole? Le Beatitudini che vi ho insegnato ve le ricordate? Le Beatitudini vi ricordano che sulla vostra Terra siete messi tutti alla prova nella sofferenza e la vittoria sta nel superare la prova per godere della Vera Beatitudine sulla Terra Rinnovata prima... e nell’Eternità poi.

                                                                     


 


Il Manto di Mia Madre si stenderà
su tutti quei figli che La imploreranno.
Le Grazie che spande son tante davvero
coglietele figli non le sprecate.
Lei vuole salvare tutti quei figli che Le ho donato sul Legno di Croce.
Ha tanto sofferto la Madre Mia ai piedi del Legno bagnato di Sangue.
Soffriva col Cuore e soffriva col pianto di Madre immolata
per tutti quei figli che ora Le stanno lontano.
Mia Madre è la Stella Voluta dal Padre
nel cielo stellato è Lei il Firmamento.


                                                                      Gesù a Conchiglia

 


Sono la Mamma Maria Conchiglia
e chiamo i miei figli a raccolta
in questa Battaglia Finale contro il demonio.
Attraverso di te figlia...
intendo commuovere i puri di cuore... i semplici... i bambini senza età.
I figli di Dio usano una sola arma... il Rosario.
Quindi pregate con fiducia come sempre vi ho insegnato.
Non stancatevi di pregare
poiché il demonio fugge al suono dell’Ave Maria e del Padre Nostro.
Ecco Conchiglia... la veglia è finita ora riposa.

                                                                           Maria Santissima
a Conchiglia
 


 


Gesù a Conchiglia

Attraverso di te Conchiglia... desidero mobilitare la Cristianità Mondiale per la Manifestazione più grande del Mondo.
La Cristianità Mondiale dovrà manifestare contro tutte le ingiustizie… contro tutte le Leggi che ledono la dignità dell’uomo… contro l’aborto… contro la pedofilia… contro l’omosessualità… contro il divorzio… contro le famiglie di fatto… contro l’eutanasia… contro la guerra… contro il male in ogni sua forma. Detto in una parola contro il demonio. Sarà una Manifestazione organizzata dal Movimento d’Amore San Juan Diego e tutti possono prendervi parte senza distinzione da ogni parte del Mondo. Questa Manifestazione è basata sull’Affidamento a Maria... la Mia Santa Madre e all’Azione di Dio Padre per mezzo della preghiera del Rosario che è l’unica arma efficace per combattere il demonio e i suoi seguaci. Questa Manifestazione sarà in onore di Mia Madre ricordando l’inizio delle apparizioni a Fatima e si svolgerà la vigilia del tredici maggio e si ripeterà fino alla vigilia del tredici ottobre ogni mese per concludersi la vigilia del dodici dicembre ricordando l’apparizione a San Juan Diego e la Prodigiosa Immagine sulla Tilma donata all’Umanità dove Mia Madre è conosciuta con il titolo di Nostra Signora di Guadalupe. Tutti... da ogni parte del Mondo... potranno giungere « al luogo » dell’appuntamento di preghiera. Questo « luogo » è il vostro cuore. Nessuno spostamento quindi. Nessun disagio per voi e per le vostre famiglie. Nessuna spesa. Con il rosario in mano potete pregare assieme ai bambini agli anziani…agli ammalati...ai carcerati...ai Sacerdoti. Tutti insieme sicuri della vittoria. Sì poiché per essere partecipi agli « Affari del Mondo » la Cristianità non ha necessità di manifestare nelle piazze come fanno i pagani. La cristianità ha un compito ben preciso... pregare. È Gesù che ve lo dice. Ve l’ho detto ieri e ve lo dico oggi. Recitate il Padre Nostro... è una preghiera potente contro il male... abbiate Fede. Oggi la Chiesa continua a subire la più grande persecuzione della Storia e questa persecuzione è evidente in tutto il Mondo. I pagani che sono contro la Chiesa riuscite di individuarli ma ciò che deve allarmarvi di più... è la Profezia realizzata data da Mia Madre ai pastorelli a Fatima. Ci sono Vescovi contro Vescovi e Cardinali contro Cardinali. La spaccatura nella Chiesa è profonda. È il Popolo Cristiano che deve aiutare e soccorrere con la preghiera e con il santo esempio i Sacerdoti... Vescovi e Cardinali che davvero amano Dio e davvero amano la Chiesa e lottano come possono per difenderla dai seguaci del demonio che sono all’interno e al di fuori di Essa. Io... il vostro Gesù d’Amore dico ai Miei figli e fratelli « Voi siete di più... siete molto di più non in numero ma in potenza... quella Potenza che viene da Dio e vi riveste e vi illumina. » Non mescolatevi quindi... con chi non ha compreso che oggi più che mai... manifestare nelle piazze è controproducente e molto molto pericoloso. Il demonio non va mai provocato. Egli non aspetta altro che cogliere le provocazioni e farvi cadere poiché siete troppo deboli nella vostra Fede per sostenere la lotta. I vostri peccati vi rendono deboli e nessuno di voi è senza peccato. Meditate quindi prima di scagliare una qualsiasi pietra. Ieri dicevo questo scrivendo nella polvere che il vento disperde oggi dico questo scrivendo sulla carta attraverso questa figlia Mia Conchiglia e questa carta rimarrà per sempre nella Storia dell’Umanità...
a ricordarvi… il Mio Passaggio sulla Terra.

                                                                     

 

 
 



È arrivata la cicogna...

affidiamo questi bambini al Sacro Cuore di Gesù e al Sacro Cuore di Maria Santissima, Nostra Signora di Guadalupe
          


Provate ad immaginarvi una scenetta familiare... « un uomo... una donna... e il frutto del loro amore che è un figlio. »
Ora pensate a questo figlio appena nato. L’uomo e la donna che sono i suoi genitori lo guardano con ammirazione e amore
trepidando ad ogni gesto di quel piccolo essere venuto al mondo grazie al loro amore.


                                                                                             
Gesù a Conchiglia

 


 





muovere il cursore sulla barra verticale...

 





muovere il cursore sulla barra verticale...


 



Requiem per i defunti


leggi tutto muovendo il cursore sulla barra verticale...
 

 

LA COLOMBA DELLA PACE
Conchiglia - Video


LINK 1


italiano
español
français
english
deutsch
polski
latine

русский
 


LINK 2


italiano
español
français
english
deutsch
polski
latine

русский

 

 



LA COLOMBA DELLA PACE - Conchiglia
LA PALOMA DE LA PAZ - Conchiglia
LA COLOMBE DE LA PAIX - Conchiglia
THE DOVE OF PEACE - Conchiglia
DIE TAUBE DES FRIEDENS - Conchiglia
GOŁĘBICA POKOJU - Conchiglia
COLUMBA PACIS - Conchiglia
ГОЛУБЬ МИРА - Conchiglia (Конкилья)

       
     
AGGIORNAMENTI IN ALTRE LINGUE IN PREPARAZIONE...
 
       





 

Consacrazione del Terzo Millennio

data a Conchiglia

 



Carissimi fratelli e carissime sorelle in Gesù e Maria,
come insegna Gesù nel Santo Vangelo... testimoniate la vostra Fede,
abbiate fiducia e speranza. Non abbiate paura.

Dio vi benedica
e La Divina Maria, Nostra Signora di Guadalupe, La Perfetta,
vi protegga insieme ai vostri cari
e protegga il mondo intero
nel Nome del Padre
della Madre
del Figlio
e dello Spirito Santo.
Amen.

PRIMO COMANDAMENTO :

Io Sono il Signore Dio tuo, non avrai altro Dio fuori di Me.

Nostro Signore Gesù Cristo, è il Figlio di Dio, Lui Stesso Dio,
Seconda Persona della Santissima Trinità.
Gesù... È l'Unico e Vero Maestro...
Unico e Vero Salvatore e Redentore del genere umano.

E POICHÉ GESÙ È DIO...
TUTTE LE ALTRE RELIGIONI SONO FALSE.

Conchiglia
                                     della Santissima Trinità

 

Sua Santità Papa Benedetto XVI :

PREGHIERA DEL ROSARIO PRESIEDUTA DAL SANTO PADRE
e Discorso tenutosi nella Basilica di Santa Maria Maggiore
Sabato, 3 maggio 2008

Cari fratelli e sorelle,

al termine di questo momento di preghiera mariana, desidero rivolgere a tutti voi il mio cordiale saluto e ringraziarvi per la vostra partecipazione. Saluto in particolare il Cardinale Bernard Francis Law, Arciprete di questa stupenda Basilica di Santa Maria Maggiore. Questo è, in Roma, il tempio mariano per eccellenza, in cui il popolo della Città venera con grande affetto l’icona di Maria Salus Populi Romani. Ho accolto volentieri l’invito che mi è stato rivolto nel primo sabato del mese di maggio, a guidare il santo Rosario, secondo la bella tradizione che ho vissuto fin dalla mia infanzia. Nell’esperienza della mia generazione, infatti, le sere di maggio rievocano dolci ricordi legati agli appuntamenti vespertini per rendere omaggio alla Madonna. Come, infatti, dimenticare la preghiera del Rosario in parrocchia oppure nei cortili delle case e nelle contrade dei paesi?

Oggi insieme confermiamo che il santo Rosario non è una pia pratica relegata al passato, come preghiera di altri tempi a cui pensare con nostalgia. Il Rosario sta invece conoscendo quasi una nuova primavera. Questo è senz’altro uno dei segni più eloquenti dell’amore che le giovani generazioni nutrono per Gesù e per la Madre sua Maria. Nel mondo attuale così dispersivo, questa preghiera aiuta a porre Cristo al centro, come faceva la Vergine, che meditava interiormente tutto ciò che si diceva del suo Figlio, e poi quello che Egli faceva e diceva. Quando si recita il Rosario si rivivono i momenti importanti e significativi della storia della salvezza; si ripercorrono le varie tappe della missione di Cristo. Con Maria si orienta il cuore al mistero di Gesù. Si mette Cristo al centro della nostra vita, del nostro tempo, delle nostre città, mediante la contemplazione e la meditazione dei suoi santi misteri di gioia, di luce, di dolore e di gloria. Ci aiuti Maria ad accogliere in noi la grazia che promana da questi misteri, affinché attraverso di noi possa “irrigare” la società, a partire dalle relazioni quotidiane, e purificarla da tante forze negative aprendola alla novità di Dio. Il Rosario, quando è pregato in modo autentico, non meccanico e superficiale ma profondo, reca infatti pace e riconciliazione. Contiene in sé la potenza risanatrice del Nome santissimo di Gesù, invocato con fede e con amore al centro di ogni Ave Maria.

Cari fratelli e sorelle,
ringraziamo Dio che ci ha concesso di vivere questa sera un’ora così bella di grazia, e nelle prossime sere di questo mese mariano, anche se saremo distanti, ciascuno nelle proprie famiglie e comunità, sentiamoci ugualmente vicini e uniti nella preghiera. Specialmente in questi giorni che ci preparano alla solennità della Pentecoste restiamo uniti con Maria invocando per la Chiesa una rinnovata effusione dello Spirito Santo. Come alle origini, Maria Santissima aiuti i fedeli di ogni comunità cristiana a formare un cuore solo e un’anima sola. Vi affido le intenzioni più urgenti del mio ministero, le necessità della Chiesa, i grandi problemi dell’umanità: la pace nel mondo, l’unità dei cristiani, il dialogo fra tutte le culture. E pensando a Roma e all’Italia vi invito a pregare per gli obiettivi pastorali della Diocesi, e per lo sviluppo solidale di questo amato Paese.
A tutti voi qui convenuti e a quanti si sono uniti a noi mediante la radio e la televisione, in particolare ai malati e agli infermi, imparto di cuore la Benedizione Apostolica.

Concludendo il suo discorso, Papa Benedetto XVI ha invocato per la Chiesa una
« RINNOVATA EFFUSIONE DELLO SPIRITO SANTO. »

Città del Vaticano (Agenzia Fides)
tratto da: www.vatican.va/content/benedict-xvi/it/speeches/2008/may/documents/hf_ben-xvi_spe_20080503_rosary.html

 




Guido Reni (Bologna, 1575-1642), San Michele Arcangelo, 1635 - Chiesa di Santa Maria della Concezione, Roma

Sancte Michaël Archángele,
defende nos in prœlio;
contra nequítiam et insídias diaboli esto præsídium.
Imperet illi Deus, súpplices deprecamur:
tuque, Princeps militiæ cæléstis,
sátanam aliosque spíritus malígnos,
qui ad perditiónem animarum pervagántur in mundo,
divina virtúte in Infernum detrúde.
Amen.


I fedeli si ricordino di recitare tale orazione al termine della Santa Messa,
in ginocchio e chinando il capo alle parole: “ Imperet illi Deus, supplices deprecamur ”
proprio come voleva Papa Leone XIII.